Contratto di Locazione per Studenti – Modello e Guida

ll contratto di locazione per studenti, anche se previsto da molto tempo nell’ordinamento italiano, è sempre rimasto una forma contrattuale poco usata, negli ultimi anni, però, il Governo Italiano soprattutto al fine di fare emergere il nero e dare maggiori garanzie agli studenti, ha deciso di incentivare questa forma contrattuale.

Il contratto di affitto per studenti, rispetto un normale contratto di locazione, presenta due elementi di differenziazione, il primo è la durata e il secondo il fatto che può essere solo a canone concordato. Vediamo più nel dettaglio le caratteristiche.

Quanto alla durata del contratto di locazione per studenti, questa va da un minimo di 6 mesi a un massimo di 36 mesi, prorogabili. La durata breve, rispetto agli ordinari 3+2 o 4+4 è dovuta proprio allo scopo di questa forma contrattuale, ovvero fornire un’abitazione a quegli studenti che, vivendo troppo distanti dal luogo di studio, non possono viaggiare tutti i giorni. Si tratta quindi di uno strumento volto a garantire il diritto allo studio, anche a chi vive lontano dai principali centri universitari.

L’altro elemento distintivo, dicevamo, è il fatto che il contratto di locazione per studenti può essere solamente a canone concordato, a definire il prezzo di locazione saranno le associazioni di difesa dei proprietari immobiliari e le associazioni di difesa degli inquilini. La definizione di quelli che sono i prezzi medi di locazione avviene per tabelle, che individuano il prezzo minimo e massimo dei contratti di affitto per immobili similari per ubicazione e dimensione.

Come dicevamo, il Governo Italiano ha aggiunto degli incentivi in modo da spingere sempre più gli inquilini e i proprietari a usare questo strumento, al contempo facendo emergere gli affitti in nero.

A favore dei proprietari immobiliari, infatti, sono state pensate due agevolazioni, un riduzione dello 0.6% dell’imposta di registro, che dal 2% del contratto di locazione passa all’1.4% e una riduzione del 30% dell’importo imponibile da dichiarare nella dichiarazione dei redditi. Questo significa che il 30% del canone di locazione percepito non sarà soggetto a tasse.

A favore degli studenti, o dei loro genitori, invece, la possibilità di detrarre il 19% dell’importo pagato come canone di locazione dalle imposte dovute allo Stato. In parole povere significa risparmiare il 19% di tasse, che non saranno proprio dovute visto che si considera la relativa parte del canone di locazione come una forma indiretta di tassazione. Questo però solamente nel caso l’immobile affittato si trovi ad almeno 100 km di distanza dal luogo di residenza dello studente.

In questa pagina mettiamo a disposizione un modello di contratto di locazione per studenti da scaricare. Il fac simile è in formato Doc e quindi può essere modificato in modo semplice e veloce.

Download Attachments